regola

|go|la
s.f.
2ª metà XIII sec. nell'accez. 3; dal lat. rēgŭla(m) propr. “lista di legno, asticella”, der. di regĕre “guidare diritto”.


FO
1. l’ordine costante che si riscontra nello svolgimento di una certa serie di fatti: fenomeni che si verificano con, senza una regola; eccezione alla regola, caso anomalo, irregolare
2a. formula che prescrive il modo di agire in un caso determinato o in una particolare attività, in base all’esperienza o alla convenzione: individuare, stabilire una regola, attenersi, contravvenire alle regole, regola di comportamento, di vita; per tua, vostra norma e regola, per introdurre una precisazione sul comportamento proprio o altrui, spec. in modo polemico
2b. TS gramm. norma che prescrive un determinato uso linguistico
2c. TS mat. metodo pratico per la risoluzione di problemi o l’esecuzione di calcoli
3. CO TS relig. insieme di norme e prescrizioni basilari che disciplinano la vita di un ordine religioso, generalmente fissate dal suo fondatore: la regola francescana, dei benedettini | testo scritto che riporta tali norme e prescrizioni
4. CO moderazione, misura, freno: parlare, mangiare, bere senza regola
5. CO condizione normale, abituale, consueta: andare a dormire alle due di notte è ormai la regola
6. BU al pl., pop., mestruazioni
7. TS st.dir. nei territori dell’antica repubblica di Venezia, in Trentino e nel Cadore, unità territoriale minore, indicante originariamente, nel linguaggio giuridico medievale, il territorio adibito a pascolo, il cui uso era stabilito da un accordo fra i consorti

Polirematiche

a regola d’arte
loc.avv.
loc.agg.inv. CO loc.avv., con grande diligenza e accuratezza, nel modo migliore: il lavoro è stato svolto a regola d'arte | loc.agg.inv., eseguito con grande diligenza e accuratezza: questo sì che è un lavoro a regola d'arte
avere le carte in regola
loc.v.
CO
avere i requisiti necessari per una certa attività: ha le carte in regola per diventare un buon avvocato
di regola
loc.avv.
CO
di solito, normalmente: di regola mi alzo alle otto
in piena regola
loc.agg.inv.
loc.avv. CO
1. loc.agg.inv., strettamente corrispondente ai criteri e agli obbiettivi prefissati: un successo, una vittoria in pieno regola | vero e proprio: una truffa in pieno regola
2. loc.avv., secondo tutte le prescrizioni e i requisiti richiesti: operare, agire in pieno regola
in regola
loc.agg.inv.
loc.avv. CO
1a. loc.agg.inv., conforme alle norme vigenti: i documenti sono in regola
1b. loc.agg.inv., che è in una condizione corretta o legittima, regolare: essere in regola con i pagamenti; anche loc.avv.: mettere in regola la colf
2. loc.avv., in ordine, nel modo prescritto: tenere in regola i conti, i documenti
3. loc.agg.inv. TS banc., fin. di titolo, con cedola d’interesse o dividendo in corso di maturazione
regola catenaria
loc.s.f.
TS stat.
r. usata per trovare la relazione fra due grandezze non immediatamente note attraverso l’analisi di dati intermedi noti
regola dei segni di Cartesio
loc.s.f.
TS mat.
r. che stabilisce il segno delle radici reali di un'equazione di secondo grado dal segno dei coefficienti reali a, b, c dell'equazione stessa
regola del cavatappi
loc.s.f.
TS fis.
in un campo magnetico creato da una corrente, regola che lega il verso del campo alla direzione della corrente
regola del quadrato
loc.s.f.
TS giochi
negli scacchi, regola per cui nel finale di re e pedoni il re di un giocatore può fermare un pedone dell’avversario non appoggiato dal proprio re, diretto all’ottava traversa, purché si trovi entro il quadrato che ha per lato il numero di caselle che separa il pedone dall’ottava traversa
regola del tre composto
loc.s.f.
TS mat.
r. per risolvere problemi per i quali le grandezze proposte, direttamente o inversamente proporzionali, sono più di due, attraverso l’applicazione successiva della regola del tre semplice
regola del tre semplice
loc.s.f.
TS mat.
r. diretta o inversa attraverso la quale se di due grandezze proporzionali sono noti una coppia di valori e un ulteriore valore di una di esse, si può ricavare il valore del quarto valore
regola del vantaggio
loc.s.f.
TS sport
nel calcio, regola secondo la quale l’arbitro può non segnalare il fallo subito da un giocatore se tale giocatore o un suo compagno di squadra ha mantenuto la palla
regola della mano destra
loc.s.f.
TS elettr.
r. pratica mediante la quale si deduce il verso della forza elementare motrice indotta in un elemento di conduttore, traslante parallelamente a se stesso in un piano perpendicolare alle linee di forza di un campo magnetico, disponendo pollice, indice e medio della mano destra a triedro rettangolo, quando il pollice indica il verso del moto e l’indice il verso del campo, il medio indica il verso della forza elettromotrice indotta
regola della mano sinistra
loc.s.f.
TS elettr.
r. pratica mediante la quale si deduce il verso della forza agente su un elemento di conduttore percorso da corrente perpendicolare alle linee di forza di un campo magnetico, disponendo pollice, indice e medio della mano sinistra a triedro rettangolo, quando il medio indica il verso della corrente e l’indice il verso del campo, il pollice indica il verso della forza
regola di cancellazione
loc.s.f.
TS mat.
in un’equazione algebrica, la soppressione nei due membri dell’equazione di uno stesso termine o di uno stesso fattore comune diverso da zero
regola di diritto
loc.s.f.
TS st.dir.
spec. nel diritto romano e medievale, norma vincolante e ritenuta valida in ogni situazione, formulata sulla base dell’esperienza e della tradizione
regola di riscrittura
loc.s.f.
TS ling.
nella grammatica generativo-trasformazionale, ciascuna delle regole che consentono di individuare gli elementi costitutivi di una frase e di attribuirle un indicatore sintagmatico
regola di semplificazione
loc.s.f.
TS mat.
=> regola di cancellazione
regola d’oro
loc.s.f.
TS mat.
=> regola del tre semplice
regola fondamentale
loc.s.f.
TS filos.
nel linguaggio freudiano, il complesso di istruzioni e prescrizioni che l’analista deve impartire all’analizzando affinché questi impari a comunicare in analisi seguendo il metodo delle libere associazioni
regola mnemonica
loc.s.f.
CO
r. che aiuta la memoria facendo ricorso a un artificio
regole del gioco
loc.s.f.pl.
CO
norme, esplicite o sottintese, convenzioni che presiedono allo svolgimento di un’attività o regolano i rapporti all’interno di una comunità o di un gruppo: conoscere le regola del gioco.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.