reintegrazione

re|in|te|gra|zió|ne
s.f.
av. 1518; dal lat. tardo re(d)integratiōne(m), v. anche reintegrare.


1. CO il reintegrare, il reintegrarsi e il loro risultato
2. TS burocr. il ricollocare qcn. in una posizione precedentemente occupata facendo cessare gli effetti dannosi che ne avevano provocato l’allontanamento: reintegrazione nel posto di lavoro, in una carica | ripristino della situazione di possesso o di detenzione in favore di una persona che ne era stata spogliata
3. TS med. ripristino, per processo spontaneo o per opportuno trattamento, della perduta integrità di una funzione
4. TS psic. processo psichico per il quale ogni elemento della coscienza tende a riprodurre l’insieme da cui si era staccato
5. TS econ. operazione finanziaria volta a ripristinare la consistenza patrimoniale di un fondo o del capitale sociale di un’impresa che, spec. a causa di perdite, risulti inferiore al livello minimo previsto
6. TS arte nel restauro, procedimento mediante il quale si ricostruiscono le parti mancanti o notevolmente deteriorate
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.