reprimere

re|prì|me|re
v.tr.
1319-21; dal lat. reprĭmĕre, comp. di re- “indietro” e premĕre “spingere”.


1. AD contenere, tenere a freno impulsi, stati d’animo e sim.: reprimere la rabbia, la commozione, il riso, le lacrime | BU contrastare un sentimento, un moto istintivo o un comportamento altrui: reprimere la collera di qcn.
2. AD far cessare fatti illeciti o criminosi con atti legislativi, giudiziari o di polizia: tentare di reprimere la delinquenza | far cessare con la forza movimenti di protesta o di dissenso politico o sociale: reprimere una rivolta, una sommossa
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.