revocare

re|vo||re
v.tr.
sec. XIII; dal lat. rĕvŏcāre, comp. di re- “indietro” e vocāre “chiamare”.


1a. LE richiamare qcn. da un luogo o in un luogo, far tornare indietro: Delfo a’ suoi tripodi chiaro sonanti | rivoca Apolline (Carducci) | fig., richiamare alla memoria, rievocare: se ciò ch’è detto alla mente rivoche (Dante)
1b. OB LE far ritornare in vita, risuscitare | far rinvenire, rianimare
2. CO annullare, disdire: revocare uno sciopero, un ordine | ritrattare: revocare una dichiarazione, un’affermazione | revocare in dubbio, mettere in dubbio
3a. TS dir. annullare, rendere non più valida e operante una disposizione precedentemente adottata: revocare un mandato, una concessione | abrogare, togliendo validità giuridica: revocare un atto giuridico, una sentenza penale
3b. TS dir.amm. esonerare o destituire un soggetto da un incarico o da una carica pubblica o privata
4. TS banc. invalidare, annullare un’operazione: revocare un credito bancario, un ordine di borsa
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.