ricettacolo

ri|cet||co|lo
s.m.
sec. XIV; dal lat. receptacŭlu(m), der. di receptāre “accogliere”.


CO
1. ambiente, spazio, cavità o anche oggetto in cui si annida o si raccoglie qcs.: quel cassetto è un ricettacolo di cose inutili, la libreria è un ricettacolo di polvere
2a. rifugio, nascondiglio: la mia cantina è divenuta un ricettacolo per topi
2b. estens., luogo in cui si raccolgono persone di solito poco raccomandabili: questo locale è un ricettacolo di delinquenti
3a. TS bot. parte del fiore in cui sono inseriti i petali, i sepali, gli stami e i pistilli
3b. TS bot. => corpo fruttifero

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.