riduzione

ri|du|zió|ne
s.f.
1304-08 nell'accez. 3; dal lat. reductiōne(m), v. anche ridurre, cfr. sup. lat. reductum; nell'accez. 15 cfr. sp. reducciones.


AU 
1a. il ridurre, il portare a dimensioni minori, più piccole: riduzione di una fotocopia | il rendere inferiore per quantità, per numero: riduzione dell’organico, riduzione delle linee ferroviarie
1b. abbassamento, diminuzione, calo: riduzione della velocità; riduzione delle imposte, dei prezzi; riduzione degli armamenti | sconto: una riduzione del 50%, chiedere, ottenere, fare una riduzione sul prezzo
1c. CO TS burocr. => riduzione oraria
2a. CO il trasformare, l’adattare a un uso diverso: riduzione di un cappotto a giacca
2b. CO il riscrivere un testo in altra forma o genere; la trascrizione, l’adattamento così ottenuto: riduzione cinematografica, per la televisione, per le scuole | TS mus. trascrizione di un pezzo musicale perché possa essere eseguito da un organico più ristretto rispetto a quello previsto dall’originale o anche da un solo strumento: riduzione per pianoforte
3a. OB il ridurre, il ricondurre a un luogo prestabilito, spec. al punto di partenza
3b. CO fig., il riportare allo stato precedente o a quello voluto: riduzione all’obbedienza, riduzione all’ordine
3c. CO fig., il ricondurre, il far risalire a una causa, un’origine e sim.: riduzione di un fenomeno al suo principio, alle sue cause prime
4. TS scient. nelle scienze sperimentali, insieme di operazioni che si effettuano su misure per eliminare o correggere determinati errori, o per ricondurre tali misure a condizioni sperimentali di riferimento: riduzione delle misure al livello del mare | procedimento secondo il quale le leggi e i concetti di una teoria vengono tradotti e riformulati in quelli di un’altra, ritenuta più generale e importante
5. TS graf., cartogr. nel disegno tecnico e in cartografia, il riprodurre un disegno, una carta e sim. secondo una certa scala, diminuendo o aumentando le dimensioni ma conservando le proporzioni originarie; la riproduzione così ottenuta
6. TS dir. ogni tipo di atto, spec. di procedura giudiziaria, con il quale si riduce, si diminuisce o si limita il contenuto di un altro atto o di un rapporto giuridico; il risultato di tale atto o procedura
7. TS mat. operazione o complesso di operazioni che permette di ottenere la forma semplificata di un’espressione, di una frazione o di un’equazione, e di avvicinarsi alla loro soluzione
8. TS chir. intervento eseguito per ricollocare nella sua sede un osso lussato o fratturato, o un viscere spec. erniato
9a. TS biol. diminuzione del numero dei cromosomi che si verifica in seguito alla meiosi
9b. TS biol. differenziamento cellulare e riduzione della massa del corpo che si verifica in alcuni organismi marini, spec. nei Briozoi e nelle Ascidie, in condizioni ambientali sfavorevoli
10a. OB TS chim. sottrazione di ossigeno da un composto, per mezzo della reazione con sostanze riducenti | introduzione di uno o più atomi di idrogeno in un composto
10b. TS chim. passaggio di un elemento, che assume uno o più elettroni, da uno stato di ossidazione superiore a uno inferiore
11. TS bot. mancanza di uno o più costituenti in un apparato
12. TS mus. negli organi antichi, insieme dei legami che congiungevano i tasti con il somiere | negli organi con sistema tubolare ad aria compressa o con sistema elettrico, ogni tubazione o filo elettrico che congiunge i tasti al somiere
13. TS mecc., idraul. raccordo utilizzato per collegare due tubi di dimensione diversa
14. TS arald. pezza che raffigura, in proporzioni ridotte, una corrispondente pezza onorevole
15. TS stor. spec. al pl., ogni villaggio disperso degli Indios del Paraguay, riorganizzato dai Gesuiti, a partire dal sec. XVII, in piccolo centro urbano e destinato a sede di una missione


Polirematiche

riduzione all’assurdo
loc.s.f.
TS filos.
=> dimostrazione per assurdo
riduzione allo stato laicale
loc.s.f.
TS dir.can.
atto che priva un ecclesiastico o un religioso dei diritti e dei privilegi derivanti dalla sua condizione, equiparandolo a un semplice laico
riduzione fenomenologica
loc.s.f.
TS filos.
=> epochè
riduzione in schiavitù
loc.s.f.
TS dir.pen.
delitto previsto dall’art. 600 del codice penale, in base al quale compie reato chi riduce una persona in schiavitù o in una condizione analoga
riduzione oraria
loc.s.f.
CO
accorciamento dell’orario lavorativo giornaliero di cui i lavoratori dipendenti possono fruire secondo modalità regolamentate contrattualmente
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.