rimpiazzare

rim|piaz||re
v.tr.
1652; dal fr. remplacer, der. di place “1posto”.


CO
1a. collocare una persona al posto di un’altra, spec. nello svolgimento di una mansione o nell’adempimento di un incarico: rimpiazzare un funzionario con un nuovo incaricato; anche iron.: ha subito rimpiazzato il fidanzato
1b. sostituire un oggetto con un altro equivalente: rimpiazzare un apparecchio fuori uso
2a. sostituire qcn. svolgendone le funzioni, i compiti: un nuovo direttore rimpiazzerà il titolare | supplire temporaneamente, fare le veci: un collega lo rimpiazzerà durante la sua assenza
2b. di qcs., essere adottato, utilizzato in sostituzione di altro: in ufficio i nuovi computer hanno rimpiazzato quelli vecchi, una nuova normativa ha rimpiazzato quella ormai obsoleta
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.