rinnegare

rin|ne||re
v.tr.
av. 1348; lat. *rĕnĕgāre, v. anche negare.


AD
1. sostenere, contro il vero, di non conoscere o di non volere più avere rapporti con una persona con la quale si erano contratti vincoli di obbedienza, affetto, rispetto che, in tal modo, vengono rifiutati: rinnegherebbe anche la famiglia per ottenere ciò che vuole
2a. rifiutare radicalmente un ideale, una fede, un’istituzione, spec. religiosa, negando loro l’adesione e la fedeltà precedentemente dichiarate: non sono disposto a rinnegare le mie convinzioni politiche
2b. estens., abbandonare un comportamento che si ritiene errato: rinnegò la vita superficiale che aveva condotto negli ultimi tempi
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.