ripetere

ri||te|re
v.tr.
1313-19; dal lat. repĕtĕre propr. “domandare di nuovo”, comp. di re- con valore iter. e petĕre “chiedere, domandare”.


FO
1a. dire, pronunciare di nuovo parole proprie o altrui; affermare più volte, ribadire concetti, pensieri, ammonimenti, ecc.: ripetere una frase, una domanda, un ordine; sono stufo di ripetere sempre le stesse cose
1b. riferire, riportare, spec. come pettegolezzo: mi raccomando, non ripetere ad anima viva quanto ti ho detto
1c. esporre quanto letto, ascoltato o imparato in precedenza: ripetere a memoria una poesia, ripetere la lezione
2a. fare, compiere, eseguire di nuovo: ripetere un gesto, un movimento, un esercizio ginnico; ripetere un esperimento; ripetere uno sbaglio, un errore; ripetere uno spettacolo, una rappresentazione: replicarli | sottoporsi nuovamente a un trattamento medico: ripetere una cura, una terapia
2b. TS scol. nel linguaggio scolastico, frequentare la stessa classe in seguito a una bocciatura: ripetere la quinta ginnasio; anche ass., in questa classe nessuno ripete
3. FO conseguire di nuovo, replicare: ripetere un successo, una vittoria
4. OB LE riandare indietro con la memoria; ricordare, rammentare: ripetendo in se medesimi i passati pericoli della passata notte (Boccaccio)
5. TS dir.civ. richiedere in giudizio la restituzione di un bene cui si ritiene di aver diritto
6. LE ridire, obiettare; anche ass.: la manifestazione d’una volontà con la quale non c’era da ripetere (Manzoni)

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.