ripetizione

ri|pe|ti|zió|ne
s.f.
av. 1342; dal lat. repetitiōne(m), v. anche ripetere.


 AU 
1. il ripetere, il ripetersi e il loro risultato; il dire, il pronunciare di nuovo una o più volte: la ripetizione di una domanda, di un consiglio, di un ordine; il suo parlare è una monotona ripetizione di luoghi comuni | parola, frase o concetto che si ripete a breve distanza in un discorso, in uno scritto, spec. in modo noioso e insistente: uno scritto, un discorso pieno di ripetizioni, cercate di evitare le ripetizioni
2a. lezione privata in cui un insegnante aiuta l’alunno a recuperare nell’apprendimento di argomenti già studiati a scuola: dare, impartire ripetizioni di latino, andare a ripetizione, prendere ripetizioni | ripasso scolastico di argomenti già studiati: una ripetizione generale di fisica
2b. TS stor. nelle antiche università, spiegazione approfondita che seguiva le lezioni vere e proprie
3. AD il ripetere, il fare, il compiere di nuovo qcs. o, anche il ripetersi, il verificarsi di nuovo di un fatto, un evento, ecc.: la ripetizione di un movimento, di un gesto; la ripetizione di un esperimento
4a. TS ling. il ripetersi una o più volte, in funzione espressiva, di un elemento linguistico
4b. TS ret. ciascuna delle figure retoriche che servono a dare maggiore efficacia all’espressione (come ad es. l’anadiplosi, l’epanalessi) o, anche, a collegare fra loro in parallelismo più frasi o versi (come ad es. l’anafora, l’epistrofe)
5. TS dir. richiesta a titolo di rimborso o di restituzione di una somma o altro bene che sia stato indebitamente pagato o consegnato; la relativa azione giudiziaria
6. TS psic. => coazione a ripetere
7a. TS sport nell’alpinismo, ciascuna delle scalate che seguono l’apertura di una via particolarmente difficile
7b. TS sport nella scherma, seconda esecuzione di un’azione di attacco identica a quella appena eseguita
8. TS giochi nel gioco degli scacchi, il ripetersi, per tre volte durante la stessa partita, della medesima posizione


Polirematiche

a ripetizione
loc.agg.inv.
loc.avv.
1a. loc.agg.inv. TS tecn. di meccanismo, congegnato in modo da poter ripetere più volte di seguito, senza l’intervento dell’operatore, lo stesso movimento
1b. loc.agg.inv. TS arm. di arma da fuoco in cui con la sola manovra dell’otturatore si ottiene l’introduzione della cartuccia nella camera di scoppio e l’estrazione del bossolo sparato, per tante volte quante sono le cartucce contenute nel serbatoio: carabina, moschetto, fucile a ripetizione; anche loc.avv.: fare fuoco, sparare a ripetizione
2. loc.avv. CO colloq., senza interruzione, a raffica: ha detto sciocchezze a ripetizione; anche loc.agg.inv.: guai a ripetizione
disposizione con ripetizione
loc.s.f.
TS mat.
nel calcolo combinatorio, d. in cui, in un gruppo ordinato, un elemento può essere ripetuto più volte
fucile a ripetizione
loc.s.m.
CO
mauser
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.