riprecipitare

ri|pre|ci|pi||re
v.tr. e intr.
av. 1673; der. di precipitare con ri-.


CO
1. v.tr., far precipitare di nuovo | fig., far ricadere in uno stato d’animo negativo, di dolore, di afflizione, ecc.: la notizia lo ha riprecipitato nello sconforto
2. v.intr. (essere) precipitare, cadere nuovamente | fig., ricadere in uno stato d’animo negativo, doloroso: è riprecipitato nella più cupa disperazione
3. v.intr. (essere) TS chim. di una sostanza in soluzione, separarsi di nuovo dal solvente dopo una precedente precipitazione
4. v.intr. (essere) TS metall. di fase solida soprassatura di un componente di una lega, precipitare dopo la precipitazione di un altro componente
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.