riuscire

ri|u|scì|re
v.intr.
1313-19 nell'accez. 2; der. di uscire con ri-.


1. FO uscire di nuovo o fuoriuscire, spec. da una parte diversa rispetto all’entrata: entrare in casa e riuscire subito, l’acqua entra dal tubo e riesce dal rubinetto
2. CO sboccare, far capo: la strada riesce sulla statale | BU fig., mirare, andare a parare: dove vuoi riuscire con questi discorsi?
3. FO avere un certo esito, concludersi in un dato modo: il progetto è riuscito bene, male; anche con un complemento predicativo: ogni tentativo riuscì vano | ass., concludersi con un esito positivo: l’esperimento è riuscito
4a. FO con valore di verbo modale, seguito da a e infinito, essere capace, essere in grado, avere la possibilità di fare qcs.: non riesco a imparare l’inglese, il diamante riesce a incidere il cristallo, non riesco a vederlo
4b. FO di qcn., avere attitudine, capacità in qualche campo: riesco bene nella matematica | CO con un complemento predicativo, diventare, dimostrarsi: è riuscito un ottimo medico; risultare, classificarsi: è riuscito secondo nella gara
4c. FO ass., avere successo, fortuna: riuscire nel lavoro, nella vita
5. FO essere, risultare: è una ragazza che riesce simpatica a tutti, mi riesce più comodo vivere in città
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.