salmì

sal|
s.m.inv.
1741; dal fr. salmis, forma abbreviata di salmigondis “ragù”.


TS gastr. metodo di cottura in umido particolarmente adatto alla cacciagione, consistente nel lasciar marinare la carne in vino, verdure e aromi vari, cuocendola infine a fuoco lento nello stesso battuto marinato amalgamato con olio, farina e cognac: lepre, camoscio in salmì | la pietanza preparata in tale modo: un salmì di cinghiale
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.