sbavare

ṣba||re
v.intr. e tr.
1561; der. di bava con s- e 1-are.


CO
1. v.intr. (avere) salivare dalla bocca, emettere o perdere bava: il cucciolo sta sbavando sul tappeto
2a. v.intr. (avere) estens., di colore e sim., diffondersi, allargarsi su una superficie oltre una linea di contorno: la vernice della finestra ha sbavato sul muro
2b. v.intr. (avere) di stile, incorrere in imprecisioni, perdere nettezza ed eleganza
3. v.intr. (avere) fig., fam., provare e manifestare un desiderio acuto e talora eccessivo per qcn. o per qcs.: sono mesi che sbava dietro a quella ragazzina
4. v.intr. (avere) TS tipogr. lasciare leggere sbaveggiature sulla carta, durante la stampa
5. v.tr. CO sporcare di bava: il bambino ha sbavato tutto il suo bavaglino | estens., emettere dalla bocca liquidi fisiologici o ingeriti e non trattenuti, misti a saliva
6. v.tr. TS metall. ripulire dalle sbavature pezzi, spec. metallici, ottenuti per fusione o per stampaggio
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.