scafandro

sca|fàn|dro
s.m.
1775; dal fr. scaphandre propr. “cintura di galleggiamento”, comp. del gr. skáphos “scafo” e anḗr, andrós “uomo”; nell’accez. 4 cfr. lat. scient. Scaphander.


CO
1. attrezzatura protettiva che consente ai palombari immersioni in profondità, costituita da una tuta impermeabile di materiale gommato o anche di metallo con giunti articolati per le immersioni più profonde, munita di casco metallico ermeticamente chiuso e collegato alla superficie con tubi per la respirazione e la comunicazione
2. estens., qualunque tuta protettiva, resistente al calore, alle alte atmosfere, impermeabile all’acqua, ecc., indossata per operare in ambienti incompatibili alla sopravvivenza umana: scafandro d’amianto, degli astronauti, dei vigili del fuoco
3. TS mar. piccola imbarcazione per la pesca delle spugne attrezzata con pompe che permettono la discesa subacquea dei palombari
4. TS zool. mollusco del genere Scafandro, di piccole o grandi dimensioni, diffuso in tutti i mari | con iniz. maiusc., genere della famiglia degli Scafandridi
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.