scalo

scà|lo
s.m.
1426; etim. incerta, forse der. di 2scala.

CO
1. luogo di approdo aereo o marittimo per operazioni di carico, scarico, rifornimento, manutenzione, ecc. | la parte di un porto o di un aeroporto attrezzata per tali operazioni
2. luogo che costituisce un nodo di grande traffico marittimo o aereo: New York è uno scalo di grande importanza commerciale
3. TS mar. => scalo di costruzione
4. CO scalo merci

Polirematiche

fare scalo
loc.v.
CO
sostare in un porto o in un aeroporto durante una navigazione, un volo spec. di lunga durata
scalo aereo
loc.s.m.
CO
aeroscalo
scalo di costruzione
loc.s.m.
TS mar.
struttura in legno, muratura o cemento armato su cui si costruisce una nave o su cui la si fa scorrere al momento del varo, costituita da una parte fissa a terra e da un antiscalo
scalo merci
loc.s.m.
CO
parte delle stazioni ferroviarie o marittime riservata alle operazioni di carico e scarico delle merci
scalo tecnico
loc.s.m.
CO
s. per operazioni tecniche.
senza scalo
loc.agg.inv.
CO
senza fermate intermedie: non esiste un volo Torino Oslo senza scalo; anche loc.avv.: volare senza scalo
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.