sceverare

sce|ve||re
v.tr.
av. 1292; lat. *exsĕpĕrāre, comp. di ex- “fuori, da” e *seperāre, var. di separāre “separare”.


1. LE allontanare, separare da un gruppo, una categoria o sim.: col pensier levato a volo, io scorgo | lei che morte da te scevra e scompagna (Tasso) | distinguere separando una cosa da un’altra: tu devi d’un mucchio alto di semi | far tanti mucchi e sceverare i grani | d’orzo, i chicchi di miglio le rotonde | veccie (Pascoli)
2. BU estens., selezionare criticamente, vagliare; discernere il vero dal falso, ciò che è positivo da ciò che è negativo
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.