scolpire

scol||re
v.tr.
sec. XIII; lat. sculpĕre, con cambio di coniug.


AD
1a. lavorare con lo scalpello e sim., blocchi o superfici di marmo, di legno o altri materiali duri in modo da modellarli a tutto tondo o incidervi immagini in rilievo: scolpire il marmo, una lastra di pietra | estens., lavorare un metallo plasmandolo mediante tecniche di fusione, getto, ecc.
1b. realizzare un’opera scultorea; effigiare nel marmo, nel legno o in altri materiali duri, figure, immagini e sim.: scolpire una statua, il busto di un illustre personaggio | rappresentare tramite tecniche scultoree: scolpire una scena di caccia
2. estens., incidere segni, parole, frasi nella pietra, nel legno e sim.: scolpire una dedica su una lapide, scolpire il proprio nome sul tronco di un albero
3. CO fig., fissare fortemente, imprimere nella mente, nell’animo, nella memoria: scolpire un ricordo nel cuore
4. BU pronunciare chiaramente, in modo netto e distinto, scandire
5. CO nel gergo dei parrucchieri, acconciare i capelli con un taglio scalato eseguito col rasoio
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.