scoppio

scòp|pio
s.m.
av. 1327 nell'accez. 3; lat. sclŏppu(m) di orig. onom.

AU
1. lo scoppiare, il rompersi, il lacerarsi violentemente per effetto di eccessiva pressione: lo scoppio di un palloncino, di uno pneumatico
2. esplosione: lo scoppio della mina fu violentissimo
3. BU rumore secco provocato da qcs. che scoppia: sentire uno scoppio | schiocco
4. AD fig., seguito da un complemento di specificazione, manifestazione improvvisa di un’emozione, di un sentimento, di uno stato d’animo: scoppio di risa, di pianto, di collera
5. AD fig., il verificarsi improvviso di un evento negativo, di una calamità, di una disgrazia e sim.: lo scoppio della guerra, lo scoppio del colera provocò panico nella città
6. BU fucile, schioppo

Polirematiche

a scoppio ritardato
loc.agg.inv.
1. TS arm. di bomba, esplosivo o altro ordigno, che deflagra dopo un certo periodo di tempo dalla percussione della spoletta | CO fig., di reazione o evento, che avviene o ha effetto in ritardo rispetto a ciò che lo ha provocato: un’esplosione di collera a scoppio ritardato; anche loc.avv.: rispondere a scoppio ritardato.
camera di scoppio
loc.s.f.
1. TS mecc. nei motori a scoppio, spazio tra la testata dei cilindri e il pistone in cui avviene lo scoppio
2. TS arm. parte dell’arma che contiene la carica
carica di scoppio
loc.s.f.
TS balist.
esplosivo contenuto in un proiettile di cui provoca lo scoppio
motore a scoppio
loc.s.m.
TS mecc.
m. il cui movimento è determinato dall’esplosione di una miscela detonante composta comunemente di benzina e aria
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.