1sentire

sen||re
v.tr., v.intr.
fine XII sec; lat. sĕntīre.

FO
I. v.tr.
1a. provare percezioni legate agli stimoli sensoriali che derivano dalla sfera fisica strettamente individuale o dall’ambiente circostante: sentire caldo, freddo, sete, sonno, sentire i brividi della febbre, sentire mal di capo
1b. riconoscere, giudicare qcs. assaggiandolo, annusandolo, toccandolo: sentire al tatto, all’odore, al sapore | fam., assaggiare: vuoi sentire un dito di questo cherry?, vuoi sentire un pezzo di questa mela?
1c. avere sensibilità in una parte del proprio corpo: in seguito all’incidente non sento più le gambe
2a. udire: sentire un grido, un rumore | stare ad ascoltare: sentire una conferenza, sentire un concerto; anche ass.: «Sentite?» «No, non sentiamo» | in loc.pragm.: senti, senti!, senti un po’, ma senti, che sento, per esprimere stupore, spec. con sfumatura ironica o polemica: senti, senti che frottole ci racconta!, senti un po’ che stranezze succedono!, ma senti se doveva capitare proprio a te! | per attirare l’attenzione dell’ascoltatore sulla situazione presente o, anche, soltanto con valore fatico: senti, non possiamo pensarci un attimo insieme?, sentiamo, sono proprio curioso!, senta, avrei una domanda da porle!, senti, mi dici l’ora?, sentite, ora basta scherzare!
2b. dare retta, stare ad ascoltare: stammi a sentire!, a sentire lei, è la più brava del suo corso, ho sentito le tue ragioni, ora vattene!
2c. consultare: se continui a stare male, senti un medico
3. essere rimproverato aspramente da qcn.: se non arriva puntuale, questa volta mi sente
4. informarsi, venire a sapere: senti tu che cosa vuole, ho sentito che domani ci sarà sciopero generale, se ne sentono delle belle!, ne sento ogni giorno di tutti i colori!
5. avvertire, presentire: sento che sarà un anno positivo, sentivo che tutto sarebbe andato bene
6a. provare sentimenti e reazioni emotive intime; avere coscienza di un proprio stato interiore: sentire affetto, paura, pietà, sento la necessità di averti vicino, sentiamo il bisogno di riabbracciarvi | spec. con un complemento indeterminato, provare un sentimento d’amore: non sento più nulla per te, senti ancora qualcosa per lei?
6b. avvertire l’importanza di un’azione, spec. di una gara, e parteciparvi con impegno: sentire la partita
7. CO ammirare e apprezzare profondamente: sentire il bello, sentire l’arte
8. CO percepire gli effetti delle condizioni stagionali o climatiche, anche subendone gli effetti negativi: sentire la primavera, il cambiamento del tempo
9. BU essere di un certo parere, giudicare: non la sentiamo allo stesso modo
II. v.intr. (avere)
1. BU avere odore, sapore: un caffè che sente di amaro; anche fig.: un affare che sente di truffa
2. BU avere sensibilità: chi non sente, non può giudicare un’opera d’arte; sentire altamente, nobilmente, avere alti e nobili sentimenti
3. LE OB fig., recare in sé l’impronta di un difetto: ella aveva il naso schiacciato forte … e sentiva del guercio (Boccaccio)

Polirematiche

farsi sentire
loc.v.
CO
1. sostenere, difendere con forza le proprie ragioni
2. colloq., dare notizie di sé; mettersi in contatto con qcn.: fatti sentire la settimana prossima
non sentire volare una mosca
loc.v.
CO
non sentire alcun rumore
sentire odore di polvere
loc.v.
BU
avvertire l’imminenza di un combattimento, di un attacco.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.