sganciare

ṣgan|cià|re
v.tr.
1873; der. di gancio con s- e 1-are.


AD
1a. staccare qcs. da uno o più ganci a cui è attaccato o appeso: sganciare il rimorchio dalla motrice, sganciare gli ultimi vagoni del treno | di aereo o nave, lanciare ordigni esplosivi su un bersaglio: sganciare bombe; anche ass.: gli aerei hanno sganciato sull’obiettivo
1b. liberare dai ganci; slacciare, sbottonare: sganciare gli scarponi, il busto
1c. liberare spec. indumenti o parti di essi da qcs. a cui sono rimasti impigliati: non riesco a sganciare il braccialetto dalla maglia
1d. sbloccare qcs. fissato per mezzo di chiavistelli, fermagli e sim.: sganciare un’anta
2. fig., fam., dare, sborsare, anche in modo forzato: non intendo sganciare nemmeno una lira!
3. fig., spec. nel linguaggio sindacale o economico, separare, disgiungere: sganciare le trattative relative ad alcuni settori dell’industria metalmeccanica, sganciare la lira dallo SME
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.