snob

ṣnòb
agg.inv., s.m. e f.inv.
1859; dall’ingl. snob propr. “ciabattino”, poi gerg. “persona non fine, estranea all’alta società”.


CO
1. agg.inv., s.m. e f.inv., che, chi ostenta raffinatezza, cercando di assumere atteggiamenti propri di classi sociali più elevate | che, chi manifesta superiorità e disprezzo nei confronti di ciò che giudica eccessivamente plebeo: è troppo snob per i miei gusti, fare lo snob
2. agg.inv., che manifesta, che denota snobismo: ambiente, comportamento, gusti snob
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.