sordo

sór|do
agg., s.m.
sec. XII-XIII; lat. sŭrdu(m).


AU
1. agg., s.m., che, chi ha perduto in tutto o in parte il senso dell’udito: è sordo dalla nascita, essere sordo da un orecchio
2. agg., fig., che non dà ascolto a consigli, a esortazioni, a preghiere o a rimproveri; che mostra un assoluto disinteresse, una totale mancanza di disponibilità e di sensibilità: essere, rimanere sordo a una richiesta d’aiuto, una società sorda ai bisogni altrui
3a. agg., di suono, rumore, voce e sim., cupo, smorzato: un grido, un colpo sordo
3b. agg. BU di ambiente, privo di risonanza
4. agg. CO fig., non manifesto, ma tenace e profondo: rancore, odio, dolore sordo, rivalità sorda
5. agg. TS fon. di suono, articolato senza far vibrare le corde vocali (in italiano, per es., /p/, /t/ e /f/ in corrispondenza alle sonore /b/, /d/ e /v/)

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.