specialità

spe|cia|li|
s.f.inv.
av. 1294; dal lat. tardo specialitāte(m), v. anche speciale; nelle accez. 2a,3 cfr. fr. spécialité.


CO
1. l’essere speciale, particolarità: la specialità di un caso
2a. settore di un’attività artistica, scientifica, professionale, ecc. in cui si è particolarmente capaci e competenti: i ritratti sono la specialità di quel pittore
2b. ciascuna delle branche particolari della medicina alle quali si è abilitati con corsi di specializzazione: specialità in chirurgia, in ginecologia
2c. ciascuna delle branche di una medesima attività sportiva: la specialità dei cento metri piani | estens., ciascuno dei tipi di gara relativi alle diverse branche di uno stesso sport: le specialità dell’atletica
3. prodotto caratteristico, piatto tipico: i cioccolatini al rum sono la specialità di Cuneo
4. piatto ottimo, eccellente: questo risotto è una specialità
5a. TS milit. ciascuno dei reparti speciali dell’esercito all’interno delle varie armi: i pontieri sono una specialità del genio
5b. TS aer. differenza tecnica, logistica, organica e d’impiego dei tipi di apparecchio

Polirematiche

criterio di specialità
loc.s.m.
TS dir.
nella teoria del diritto, principio usato per risolvere le antinomie tra norme diverse, in base al quale la norma speciale deve prevalere su quella generale.
specialità farmaceutica
loc.s.f.
TS farm.
=> specialità medicinale
specialità gastronomica
loc.s.f.
CO
piatto ottimo, eccellente
specialità medicinale
loc.s.f.
TS farm.
prodotto terapeutico preparato con una formula e una denominazione approvate dal Ministero della Sanità, messo in commercio nelle farmacie a un prezzo prefissato
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.