standard

stan|dard
s.m.inv., agg.inv. 
av. 1764; dall'ingl. standard propr. "insegna", dal fr. ant. estendart "stendardo".

AU
1. s.m.inv. , modello, norma, criterio assunto come termine di riferimento prestabilito a cui uniformarsi: conformarsi, attenersi a uno standard europeo
2. s.m.inv. , livello qualitativo, tenore: non sono abituato a questo standard di vita
3. s.m.inv. TS sport rendimento abituale di un atleta: i risultati dimostrano che è al di sotto del suo standard
4. s.m.inv. TS comm. ciascuno dei campioni di un determinato prodotto su cui si misura la qualità della produzione corrente: lo standard del cotone, della gomma, del caffè
5. s.m.inv. TS comm. modello, tipo stabilito di un determinato prodotto | insieme di norme destinate a uniformare le caratteristiche di fabbricazione di un determinato prodotto
6. s.m.inv. TS ammin.az. valore di riferimento in rapporto al quale si misurano il comportamento e il rendimento del personale, dei macchinari, degli impianti, ecc.
7. s.m.inv. TS econ. moneta o metallo prezioso su cui si basa il sistema monetario di un paese; anche agg.inv.
8. s.m.inv. TS ling. varietà di una lingua assunta come modello dai parlanti e in genere proposta come modello nell’insegnamento
9. s.m.inv. TS biol. insieme dei caratteri somatici che caratterizzano una razza animale o vegetale
10. s.m.inv. TS stat. valore medio di una grandezza ricavato da una serie di valori verificati o statisticamente probabili
11. s.m.inv. TS mus. spec. nel jazz, brano conosciuto e popolare utilizzato quale base per l’improvvisazione
12. agg.inv. CO conforme a un modello, a una norma di fabbricazione in serie: produzione standard, misure standard, tipo standard; presa, spina standard
13. agg.inv. CO fig., conforme a un modello abituale, tipico: pensiero, comportamento, vita standard
14. agg.inv. TS ling. di una lingua o di un comportamento del linguaggio, largamente accettato come forma usuale: inglese, francese standard; grafia, pronuncia standard del tedesco

Polirematiche

contratto standard
loc.s.m.
TS dir.
c. predisposto da un contraente con clausole uniformi per tutte le possibili controparti
convertitore di standard
loc.s.m.
TS elettron.
quello usato per convertire, attraverso la digitalizzazione, un segnale video in un segnale di un sistema o standard diverso
deviazione standard
loc.s.f.
TS stat.
in una serie di misure o con riferimento a una variabile, radice della media aritmetica dei quadrati delle differenze tra i valori misurati di una grandezza o ciascun valore e il loro valore medio (simb. S)
errore standard
loc.s.m.
TS stat.
misura della variabilità che ogni costante statistica mostra prendendo ripetuti campioni a caso di misura prestabilita dallo stesso universo di osservazioni
lingua standard
loc.s.f.
TS ling.
nell’uso di una lingua, quella parte non connotata socialmente o regionalmente, risultante dalle tendenze alla convergenza operanti in una comunità linguistica
standard televisivo
loc.s.m.
TS telecom.
l’insieme dei criteri e degli elementi che individuano le caratteristiche tecniche o culturali di un determinato sistema di televisione
standard urbanistico
loc.s.m.
TS urban.
l’insieme di norme e requisiti relativi alla pianificazione urbanistica.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.