succedere

suc||de|re
v.intr.
av. 1313; dal lat. succēdĕre, comp. di sub- “sotto” e cedĕre “1andare”.


FO
1. prendere il posto di un altro in una carica, in un titolo, in una proprietà e sim., subentrargli: a Tiberio successe Caligola, la moglie succedette al marito nella gestione dell’azienda
2. seguire, venire dopo in ordine spaziale o temporale: alla steppa succede il deserto, alla tempesta successe la bonaccia
3. usato solo alla 3ª pers., verificarsi come conseguenza di un altro fatto o successivamente a un altro avvenimento: temevano che alla notizia succedesse uno scandalo, non ricordo ciò che è successo dopo | accadere, avvenire per caso: oggi mi è successo di tutto, che cosa ti è successo?; sono cose che succedono, per esprimere o invitare alla rassegnazione al verificarsi di un evento sgradito; impers.: succede di dimenticare qualcosa, talvolta mi succede di arrivare in ritardo
4. OB LE scaturire, sgorgare: il pianto, come un rivo che succede | di viva vena, nel bel sen cadea (Ariosto)
5. OB avere effetto, riuscire
6. OB di bene, spettare in eredità
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.