supplire

sup|plì|re
v.intr. e tr.
1348-53; dal lat. supplēre, comp. di sub- “sotto” e -plere, con cambio di coniug.


1. v.intr. (avere) CO ovviare a una mancanza, a un’insufficienza: supplire alla carenza di strutture con il volontariato, supplire con lo studio a una scarsa preparazione
2. v.intr. (avere) OB LE bastare, essere sufficiente: non suppliron le lacrime al dolore (Ariosto)
3. v.tr. CO sostituire qcn., facendone le veci: supplire un insegnante, il presidente del senato supplisce il capo di stato in sua assenza
4. v.tr. OB rimediare, correggere
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.