tarì

ta|
s.m.inv.
ca. 1338; prob. dall’ar. ṭarī “fresco, appena coniato”.


TS numism.
1a. antica moneta aurea di origine araba che ebbe larga circolazione in Sicilia e nel Regno di Napoli: tarì d’argento, t. del valore di due carlini coniato dai re aragonesi di Sicilia
1b. nel Regno di Napoli, doppio carlino
2. moneta divisionale dello scudo
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.