tazza

tàz|za
s.f.
av. 1400; dal turco tas, dall’ar. tās, propr. “vaso”.

AU
1a. piccolo recipiente di ceramica, porcellana o altro materiale, a bocca rotonda, di solito provvisto di manico ad ansa, usato per bere o servire alimenti liquidi: una tazza da caffè, un servizio di tazze da tè, servire il brodo in tazza | scodella: metti il latte nella tazza
1b. la quantità di sostanza, spec. liquida, contenuta in tale recipiente: bere una tazza di cioccolata, aggiungere all’impasto una tazza di farina
1c. coppa: gran tazze e pieni fiaschi ne tracanna (Ariosto)
2. CO il vaso del water-closet
3. TS tecn. ciascuno dei contenitori a catena di una draga o di una noria
4a. TS archeol. bacino di grandi dimensioni per l’acqua calda del bagno, usato nel calidario delle terme romane
4b. TS archeol. nelle case ellenistiche e romane, grande vasca da fontana in marmo o bronzo scolpito, usata per ornare atrii e giardini
4c. TS arch. non com., recipiente in cui ricade lo zampillo di una fontana

Polirematiche

elevatore a tazze
loc.s.m.
TS mecc.
e. costituito da un nastro con una serie di recipienti per il trasporto di materiali.
tazza bordolese
loc.s.f.
TS enol.
t., spec. d’argento, dotata di rilievi concavi e convessi, usata per l’esame organolettico dei vini
tazza da brodo
loc.s.f.
CO
t. provvista di due manici per sorbire il brodo
tazza da consommé
loc.s.f.
CO
tazza da brodo.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.