tenace

te||ce
agg.
av. 1313; dal lat. tenāce(m), der. di tenēre “tenere”.


1. CO che tiene bene, che fa presa, molto adesivo: colla tenace
2a. TS tecn. di materiale metallico, che resiste alla deformazione
2b. TS fal. di legno, difficilmente deformabile, spec. riferito ai legnami per costruzioni
2c. CO TS tecn. che non si rompe facilmente; resistente: un filo di cotone molto tenace
2d. TS bot. di tessuto o organo, resistente alla rottura
2e. TS agr. di terreno, che presenta accentuata resistenza al disgregamento
3a. CO fig., di qcn., forte, resistente, saldo nei propositi, costante: ragazzo tenace, un uomo tenace nell’agire, nel volere
3b. CO di sentimento, atteggiamento e sim., che dura molto a lungo, che non si affievolisce mai: affetto, odio tenace; memoria tenace, che conserva a lungo il ricordo delle cose; proposito tenace, saldo, ostinato; volontà tenace, caparbia, inflessibile
4. BU lett., parco, avaro
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità