tenere

te||re
v.tr. e intr.
2ª metà XIII sec; lat. tĕnēre.


I. v.tr. FO
I 1a. stringere, reggere qcs. perché non cada, non si muova, ecc.: tenere in mano un bastone
I 1b. sorreggere qcn. o stringerlo tra le braccia: tenere un bambino in braccio
I 1c. afferrare qcn. impedendogli i movimenti; trattenere: tenere qcn. per il bavero
I 1d. di chiodo, appiglio, ecc., avere la funzione di mantenere sospeso, di trattenere in una determinata posizione: il chiodo che tiene il quadro
I 2a. mantenere qcs. o una parte del corpo in una determinata posizione o situazione: tenere le mani in tasca, tenere i libri in ordine
I 2b. mantenere qcn. in una determinata condizione: tenere qcn. prigioniero, in ostaggio
I 3. RE merid., avere: tengo famiglia, non tengo voglia
I 4a. FO mantenere in proprio possesso o in proprio uso: tenga pure il resto! | conservare: ha tenuto le sue lettere come ricordo | avere cura di qcs. per conto di qcn.: mi ha tenuto il gatto mentre ero in vacanza
I 4b. FO spec. come ordine o in formule di cortesia, prendere per sé: ti serve una penna? tieni la mia!
I 5a. FO serbare per qcn., mettere da parte: mi ha tenuto il giornale di ieri?
I 5b. FO riservare: mi son fatto tenere un tavolo al ristorante | tenere un posto a, per qcn., conservarlo libero fino al suo arrivo
I 6. CO TS mus. prolungare una nota o un acuto
I 7a. FO provvedere al sostentamento di persone o animali: costa caro tenere un cavallo
I 7b. FO avere alle proprie dipendenze: tenere una baby-sitter
I 8. CO avere in gestione, amministrare: tenere un ristorante | esercitare: tenere una carica pubblica
I 9. CO trattare, vendere determinati articoli, merci, ecc.: quel negozio tiene anche i giornali
I 10. FO usare, trattare qcs. in un determinato modo: guarda come tieni la tua roba!
I 11. CO rispettare, mantenere ciò che è stato detto o promesso: tenere la parola; tenere una regola, osservarla, seguirla
I 12. FO fig., di situazione o condizione, far rimanere qcn. in un posto, trattenervelo: la malattia lo ha tenuto a letto un mese
I 13. FO frenare, trattenere: non tenne più le lacrime
I 14. LE ottenere, raggiungere: e tiene un premio | ch’era follia sperar (Manzoni)
I 15. FO occupare uno spazio, un luogo o un posto determinato: l’armadio tiene tutta la parete
I 16. FO nel linguaggio militare, occupare con le armi, difendere dagli attacchi del nemico: tenere la posizione, tenere una fortezza
I 17. FO gestire, coordinare: tenere una conferenza, una lezione | pronunciare: tenere un discorso
I 18. CO fam., avere una determinata capienza, contenere: la sala tiene trecento persone
I 19. FO di veicolo o imbarcazione, mantenere una direzione, un senso, ecc.: tenere la rotta; tenere la destra, la sinistra, viaggiare sul lato destro, sinistro della carreggiata | tenere bene la strada, di autoveicolo, avere una buona stabilità durante la marcia
I 20. FO fig., mantenere un determinato comportamento morale o intellettuale: tenere un contegno esemplare
I 21. CO giudicare, considerare: lo tenevo per un caro amico
II. v.intr. (avere) FO
II 1a. resistere a una sollecitazione, a una pressione, a un urto, ecc.: l’asse non ha tenuto e si è rotto
II 1b. di colore, tessuto e sim., essere resistente, non sbiadire
II 1c. non permettere la fuoriuscita di un liquido: la guarnizione non tiene più
II 2a. CO fig., nel linguaggio militare, resistere agli attacchi del nemico, mantenere la posizione
II 2b. CO fig., saper affrontare situazioni difficili: tenere alla tensione del momento | il partito ha tenuto bene alle elezioni, ha mantenuto la percentuale di voti delle precedenti elezioni
II 2c. CO fig., di moneta, azione e sim., rimanere stabile: nonostante la crisi economica, la lira ha tenuto
II 2d. CO fig., durare nel tempo: è un matrimonio che non può tenere
II 3a. CO fare buona presa: la colla non tiene
II 3b. CO di pianta, mettere radici nel terreno, attecchire: in questo terreno la vite non tiene
II 4. CO fig., essere convincente, valido: non c’è scusa che tenga
II 5a. CO parteggiare per qcn., sostenerne le idee: non so se tieni per me o per lei
II 5b. CO fare il tifo: tenere per il Genoa
II 6. FO attribuire grande importanza a qcs. o a qcn.: tengo molto a lei | tengo a precisare che io non c’entro, m’importa, mi preme precisarlo

Polirematiche

saper tenere la penna in mano
loc.v.
CO
saper scrivere in modo corretto ed efficace
sapere dove il diavolo tiene la coda
loc.v.
CO
saperne una più del diavolo
tenere a bada
loc.v.
CO
1. tenere qcn. sotto controllo o sotto sorveglianza spec. per guadagnare tempo oppure per provvedere meglio a se stesso, alla propria difesa: vai pure, li tengo a bada io
2. aver cura di, provvedere a qcs.: tenere a bada la casa
tenere a battesimo
loc.v.
CO
fare da padrino o da madrina a qcn. | estens., presenziare all’inaugurazione di imprese, al varo di navi, ecc. | estens., essere il fondatore di un’impresa o assistere, essere presente ai suoi inizi
tenere a distanza
loc.v.
CO
impedire a qcn. di instaurare un rapporto confidenziale o amichevole
tenere a freno
loc.v.
CO
1. trattenere qcn. impedendogli di fare qcs.: non riesco più a tenerlo a freno
2. impedirsi di esternare un pensiero, un sentimento e sim.: tenere a freno la rabbia
tenere a freno la lingua
loc.v.
CO
moderarsi nel parlare o tacere
tenere a memoria
loc.v.
CO
tenere a mente
tenere a mente
loc.v.
CO
ricordare, rammentare: terrò a mente il tuo consiglio
tenere al guinzaglio
loc.v.
CO
t. qcn. assoggettato, soggiogato
tenere alle, sulle mosse
loc.v.
TS sport
spec. in una corsa ippica, tenere fermi i cavalli prima della partenza
tenere alta la bandiera
loc.v.
CO
fare onore a qcs.
tenere asciutte le polveri
loc.v.
CO
essere pronto alla lotta, rimanere all’erta
tenere banco
loc.v.
CO
sostenere la parte principale in una conversazione, primeggiare per loquacità: ha tenuto banco tutta la sera
tenere bordone
loc.v.
1. TS mus. fare l’accompagnamento a una melodia
2. CO estens., assecondare, affiancare qcn., spec. in azioni non del tutto lecite
tenere botta
loc.v.
BU
1. resistere, non mollare nelle situazioni difficili
2. di argomento, ragione e sim., avere valore, peso
tenere buono
loc.v.
CO
1. evitare di irritare qcn., di farlo andare in collera
2. conservarsi il favore, l’amicizia di qcn. per timore o per calcolo
tenere compagnia
loc.v.
CO
stare, intrattenersi con qcn., spec. per non lasciarlo da solo
tenere conto
loc.v.
CO
1. prendere nota, ricordarsi: nel conteggio delle spese tieni conto della benzina
2. dare il giusto peso a qcs., valutarlo correttamente: tenere conto del prezzo
tenere da conto
loc.v.
CO
conservare qcs. con cura, averne cura
tenere da parte
loc.v.
CO
trattenere
tenere dietro
loc.v.
CO
1a. mantenere la stessa velocità o lo stesso ritmo di qcn., o anche di un veicolo, seguendolo: è difficile tenergli dietro quando cammina
1b. fig., riuscire a seguire i pensieri, i ragionamenti di qcn.
2. verificarsi come conseguenza di qcs., seguire: alla crisi tenne dietro un periodo di stabilità
tenere d’occhio
loc.v.
CO
sorvegliare, controllare qcn. o qcs.
tenere duro
loc.v.
CO
resistere in situazioni difficili
tenere fede
loc.v.
CO
mantenere, onorare
tenere gli occhi addosso
loc.v.
CO
guardare con insistenza qcn., osservarlo con interesse | tenere d’occhio qcs. spec. con l’intenzione di impossessarsene
tenere gli occhi aperti
loc.v.
CO
stare attento, prestare attenzione
tenere i piedi a, in, per terra
loc.v.
CO
essere concreti, realisti
tenere il becco chiuso
loc.v.
CO
tenere la bocca chiusa
tenere il broncio
loc.v.
CO
mostrarsi sdegnoso e taciturno nei confronti di qcn. da cui si ritiene di aver ricevuto un’offesa o un torto: è una settimana che mi tiene il broncio
tenere il campo
loc.v.
CO
1a. nel linguaggio militare, respingere il nemico dal campo di battaglia restandone padroni
1b. fig., opporre resistenza, resistere | in una disputa, rimanere delle proprie idee
2. BU avere il primato, essere al primo posto
3. BU tenere banco
tenere il cartellone
loc.v.
TS cinem.
di spettacolo o film, essere replicato per lungo tempo con successo
tenere il coltello dalla parte del manico
loc.v.
CO
trovarsi in una posizione di vantaggio
tenere il fiato con i denti
loc.v.
CO
tenere l'anima con i denti
tenere il mare
loc.v.
CO
di imbarcazione, sopportare bene il mare agitato
tenere il muso
loc.v.
CO
tenere il broncio
tenere il passo
loc.v.
1. TS milit. seguire il ritmo di marcia | CO tenere dietro a qcn., non farsene distanziare
2. CO mantenere un certo ritmo: non riesce a tenere il passo sul lavoro
tenere il piede in due scarpe
loc.v.
CO
barcamenarsi tra due situazioni cercando di trarre profitto da entrambe
tenere il piede in due staffe
loc.v.
CO
tenere il piede in due scarpe
tenere il sacco
loc.v.
CO
essere complice di qcn.
tenere in caldo
loc.v.
CO
1. mantenere una vivanda calda, pronta per il consumo
2. estens., fig., accantonare una questione o un problema senza pregiudicarne la soluzione
tenere in considerazione
loc.v.
CO
stimare, apprezzare: tenere qcn. in alta considerazione
tenere in conto
loc.v.
CO
stimare molto, avere in grande considerazione: tenere in gran conto
tenere in mano
loc.v.
CO
avere il controllo di qcs.: tenere in mano la situazione
tenere in piedi
loc.v.
CO
mandare avanti, sorreggere con la propria azione o anche solo con la propria presenza: è lui che tiene in piedi la baracca
tenere in pugno
loc.v.
CO
avere qcn. o qcs. in proprio potere
tenere in serbo
loc.v.
CO
serbare
tenere la bocca chiusa
loc.v.
CO
non raccontare nulla, non parlare a nessuno di qcs., spec. per mantenere un segreto
tenere la candela
loc.v.
CO
reggere il moccolo
tenere la cassa
loc.v.
CO
tenere l’amministrazione di un’impresa, gestirne il denaro
tenere la lingua a posto
loc.v.
CO
tenere a freno la lingua
tenere la mano sull’elsa
loc.v.
BU
essere pronto all'offesa o alla difesa
tenere la ruota
loc.v.
CO
spec. in una gara ciclistica, non farsi distaccare
tenere l’anima con i denti
loc.v.
CO
essere in punto di morte
tenere le distanze
loc.v.
CO
non dare confidenza a qcn., trattarlo con distacco
tenere le fila
loc.v.
CO
controllare una situazione, spec. in modo occulto
tenere le mani a posto
loc.v.
CO
astenersi dal picchiare o dal palpare qcn.
tenere le parti
loc.v.
CO
parteggiare per qcn., appoggiarlo, dargli ragione
tenere mano
loc.v.
CO
favorire, aiutare, proteggere qcn.
tenere per sé
loc.v.
CO
non rivelare ad altri una notizia di cui si viene a conoscenza
tenere presente
loc.v.
CO
tenere conto, ricordarsi di qcs. o qcn.: se avrò bisogno di qcn., ti terrò presente
tenere sotto
loc.v.
CO
dominare
tenere sulla corda
loc.v.
CO
mantenere intenzionalmente qcn. in uno stato di incertezza, di dubbio, di ansiosa attesa
tenere sulle spine
loc.v.
CO
tenere sulla corda
tenere testa
loc.v.
CO
opporsi e resistere validamente a qcn. o anche a qcs. senza lasciarsi sopraffare: tenere testa a un avversario | avere ragione di qcn., spuntarla con qcn.: nessuno riesce a tenerle testa.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità