termine

tèr|mi|ne
s.m.
1295; lat. *termĭne(m), var. di termen, -inis nt., con influsso di terminus s.m.


1a. BU confine, limite di un territorio, di una proprietà e sim., spec. al pl.: i termini del podere | OB LE anche fig., con rif. ad ambienti chiusi: infra li termini di una piccola cella (Boccaccio)
1b. BU estens., blocco di pietra, palo, fossa di confine
2a. FO estens., il punto dello spazio in cui qcs. finisce: giungere al termine di un sentiero
2b. FO fig., momento in cui qcs. si conclude: il termine di un lavoro
3a. FO limite di tempo entro cui deve avvenire un fatto, scadenza: concludere il lavoro entro il termine stabilito | al pl., arco, lasso di tempo in cui si deve svolgere un’azione: i termini per l’iscrizione al concorso
3b. TS dir. momento in cui iniziano o cessano gli effetti del negozio giuridico e, più in generale, di un atto giuridico: termine finale di un contratto di lavoro
4. CO punto, grado a cui si è giunti, in cui ci si trova, in un’attività, un’impresa, un affare ecc.: essere giunti a buon termine | BU scopo, meta a cui si tende: mirare a un termine preciso
5. FO fig., pl., limiti entro i quali ci si deve mantenere nell’agire e prescritti dall’uso, dalle convenienze, dalle convenzioni sociali: oltrepassare i termini della decenza
6. FO elemento considerato come parte integrante di un tutto | TS gramm. i termini di una proposizione, il soggetto e il predicato | TS log. i termini di un sillogismo, i tre concetti che costituiscono un sillogismo | TS mat. i termini di una frazione, il numeratore e il denominatore; i termini di un’operazione matematica, gli addendi, i sottraendi ecc.
7. FO spec. al pl., ciascuno degli elementi che concorrono a circoscrivere, a definire qcs.: i termini di una questione, in questi termini, in questo modo, così: la faccenda sta in questi termini; in quali termini, in che modo, come: spiegami in quali termini sta la questione; in termini di, in quanto a, secondo un’ottica particolare: in termini di profitto l’affare è improponibile
8a. CO parola, espressione: usare termini incomprensibili
8b. TS ling. neoformazione o parola corrente in quanto entrante a far parte di una specifica terminologia tecnica o scientifica: termine matematico (abbr. t.)

Polirematiche

a breve termine
loc.avv.
loc.agg.inv. CO
1. loc.avv., entro poco tempo: la nuova legge sarà pronta a breve termine
2. loc.agg.inv., che ha una durata breve: un lavoro a breve termine
a lungo termine
loc.agg.inv.
CO
destinato a durare, a valere per molto tempo: contratto a lungo termine | destinato a concludersi o a essere  realizzato gradualmente, in molto tempo: un progetto a lungo termine  
a medio termine
loc.avv.
CO
a breve scadenza
a rigor di termini
loc.avv.
CO
secondo l'esatto significato delle parole: a rigor di termini non ti ha detto niente di grave
a termine
loc.avv.
loc.agg.inv. CO
1. loc.avv., per un periodo determinato, prefissato: l’editore ha assunto a termine molto personale
2. loc.agg.inv., avente una durata limitata, prefissata: assunzione a termine
a termini di legge
loc.avv.
TS burocr.
secondo la legge, con preciso riferimento al suo testo
abbreviazione dei termini
loc.s.f.
TS dir.
riduzione del periodo di tempo concesso per comparire in giudizio o per lo svolgimento di altre attività.
ai minimi termini
loc.agg.inv.
CO
loc.avv. CO malridotto, in pessime condizioni: essere, ridursi ai minimi termini
avere termine
loc.v.
CO
concludersi, finire
complemento di termine
loc.s.m.
TS gramm.
quello che indica la persona o la cosa verso cui è diretta l’azione espressa dal verbo, retto dalla prep. a
condurre a termine
loc.v.
CO
portare a termine
contraddizione in termini
loc.s.f.
1. CO c. che si verifica quando i contenuti di una frase o di un discorso sono tra loro in contrasto (es.: illustre sconosciuto)
2. TS log. => contraddizione formale
contratto a termine
loc.s.m.
TS dir.
c. la cui scadenza è fissata al momento della stipulazione
contratto di lavoro a termine
loc.s.m.
TS dir.
c. di lavoro con una scadenza precisa in cui il rapporto finisce senza bisogno di alcuna dichiarazione delle parti di voler attuare un negozio giuridico
logica dei termini
loc.s.f.
TS log.
sistema logico in cui sono considerati come variabili nomi e verbi
medio termine
loc.s.m.
TS econ.
periodo di tempo compreso tra i diciotto mesi e i dieci anni.
memoria a breve termine
loc.s.f.
TS psic.
primo livello di formazione del ricordo, in cui le informazioni decadono entro pochi secondi e sono in quantità limitata
memoria a lungo termine
loc.s.f.
TS psic.
secondo livello di formazione del ricordo, che implica il consolidamento delle informazioni depositate nella memoria a breve termine
mezzi termini
loc.s.m.pl.
CO
espressioni reticenti, caute; discorsi poco chiari, ambigui: basta con i mezzi termini, è uno che non usa mezzi termini
operazione a termine
loc.s.f.
TS fin.
spec. nelle operazioni di cambio e di borsa, quella in cui il pagamento e la consegna dei titoli trattati avvengono in una data posteriore a quella dell’accordo di vendita
parto a termine
loc.s.m.
TS med.
p. che si verifica al termine della gestazione, tra il 275° e il 285° giorno dalla data dell’ultima mestruazione
porre termine
loc.v.
CO
porre fine.
portare a termine
loc.v.
CO
terminare, concludere: p. a termine un affare, un lavoro  
portato a termine
loc.agg.
CO
riuscito
pronti contro termine
loc.s.m.pl.
TS fin.
operazione in titoli in cui il cliente acquista in una determinata data un certo titolo dalla banca, impegnandosi a rivenderlo alla stessa banca a una data e a un prezzo prestabiliti, guadagnando sulla differenza tra il prezzo di acquisto e il prezzo di vendita
ridurre ai minimi termini
loc.v.
1. TS mat. semplificare una frazione in modo che numeratore e denominatore non siano ulteriormente semplificabili, cioè siano primi fra loro
2. CO fig., rimpicciolire qcs. il più possibile | spec. scherz., ridurre qcn. in pessimo stato
rimessione in termini
loc.s.f.
TS dir.
atto con cui una parte in causa è ammessa a compiere attività che le sarebbero normalmente precluse per scadenza dei termini.
senza mezzi termini
loc.avv.
CO
1. francamente, chiaramente: parlare senza mezzi termini
2. in modo assoluto: questo è il film che senza mezzi termini mi è piaciuto di più
termine anaforico
loc.s.m.
TS ling.
elemento lessicale che riprende un termine o riassume un concetto precedentemente espresso nel testo (ad es. in ho incontrato Luigi e gli ho riferito il messaggio, gli è termine anaforico rispetto a Luigi)
termine di confronto
loc.s.m.
CO
pietra di paragone
termine di paragone
loc.s.m.
TS gramm.
in una comparazione, ciascuno dei due elementi tra cui si istituisce un raffronto: primo, secondo termine di paragone
termine di preavviso
loc.s.m.
TS banc.
periodo di tempo entro il quale chi vuole prelevare dalla banca una somma ingente deve darne preavviso
termine maggiore
loc.s.m.
TS log.
nella teoria aristotelica del sillogismo, termine che nel sillogismo di prima figura è predicato nella conclusione e in una delle due premesse, tipicamente nella prima (ad es. mortale in gli animali sono mortali, gli uomini sono animali, gli uomini sono mortali)
termine medio
loc.s.m.
TS log.
nella teoria aristotelica del sillogismo, termine che compare solo nelle premesse e non nella conclusione (ad es. animali in gli animali sono mortali, gli uomini sono animali, gli uomini sono mortali)
termine minore
loc.s.m.
TS log.
nella teoria aristotelica del sillogismo, termine che, nel sillogismo di prima figura, è il soggetto della conclusione (ad es. gli uomini in gli animali sono mortali, gli uomini sono animali, gli uomini sono mortali)
termine ordinatorio
loc.s.m.
TS dir.
limite di tempo entro il quale deve essere compiuta una determinata attività giuridica a pena di nullità o decadenza
termine perentorio
loc.s.m.
TS dir.
limite di tempo entro il quale può essere compiuta una determinata attività giuridica senza che, in caso di mancato rispetto, si determini una decadenza o una nullità
termine prescrizionale
loc.s.m.
TS dir.
limite di tempo entro il quale un diritto, un reato o una pena cadono in prescrizione
termine ultimo
loc.s.m.
TS dir.
limite di tempo entro il quale si esaurisce un effetto giuridico e sim.
termini processuali
loc.s.m.pl.
TS dir.
le progressive scadenze che regolano lo svolgimento del processo stabilendo le condizioni di tempo per esplicare determinate attività.
volgere al termine
loc.v.
CO
essere verso la fine, sul punto di finire: la serata volgeva al termine, il lavoro volge ormai al termine
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità