tiglio

|glio
s.m.
av. 1320; lat. *tĭlĭu(m), der. di tilia; nell’accez. 2 cfr. lat. scient. Tilia.


1a. CO albero con foglie cuoriformi e fiori giallastri, molto profumati, da cui si ricavano essenze usate in profumeria e infusi con proprietà sedative | TS bot.com. => tiglio selvatico | TS bot.com. => tiglio nostrano
1b. CO TS fal. legno di tali piante, chiaro e facilmente lavorabile
2. TS bot. pianta arborea del genere Tiglio, diffusa nei boschi misti di latifoglie delle regioni temperate e subtropicali boreali | con iniz. maiusc., genere della famiglia delle Tigliacee
3a. BU estens., fibra di alcune piante legnose o erbacee: il tiglio della canapa, del lino
3b. BU fibra dura della frutta, della carne, ecc.
4. RE tosc., sottile rivestimento del seme della castagna

Polirematiche

tiglio nostrano
loc.s.m.
TS bot.com.
albero del genere Tiglio (Tilia platyphyllos o europaea) a chioma piramidale, alto fino a 40 m, con le foglie ricoperte da peli biancastri sulla pagina inferiore, coltivato spec. per l’alberatura di viali e parchi, raramente spontaneo nei boschi umidi
tiglio selvatico
loc.s.m.
TS bot.com.
albero del genere Tiglio (Tilia cordata o parvifolia o sylvestris) a chioma rotonda, alto fino a 25 m, presente nei boschi aridi dell’Italia centrosettentrionale
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità