tilde

tìl|de
s.m. e f.
av. 1789; dallo sp. tilde, dal lat. titulus “iscrizione”.


1. TS ling. segno diacritico, consistente in un trattino ondulato, che sovrapposto a una lettera ne indica una particolare pronuncia (ad es. palatale sulla n spagnola, nasale sulle vocali portoghesi)
2. TS mat., fis. segno che può indicare valore approssimativo, proporzionalità, relazione di equivalenza
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.