timido

|mi|do
agg., s.m.
av. 1313 nell'accez. 4; dal lat. tĭmĭdu(m), der. di timēre “temere”.


AU
1. agg., che dimostra timidezza, che è schivo, impacciato nei rapporti con gli altri: un ragazzo timido e introverso | di animale, timoroso, pauroso: la gazzella e il coniglio sono animali timidi
2. agg., di gesto o atteggiamento, che esprime o rivela timidezza: un timido sguardo | estens., che risulta inadeguato o incompiuto: un timido tentativo | fig., pallido, debole: un timido raggio di sole
3. s.m., persona timida: è un timido, arrossisce facilmente
4. agg. LE impaurito, spaventato: allor fu’ io più timido allo scoscio | però ch’io vidi fuochi e sentii pianti (Dante)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità