tiranno

ti|ràn|no
s.m., agg.
1304-08; dal lat. tyrannu(m), dal gr. túrannos; nell’accez. 7b cfr. lat. scient. Tyrannus, Tyranni.

AD
1. s.m. TS stor. nell’antica Grecia, chi concentrava nelle proprie mani tutti i poteri di una città facendosene signore
2. s.m. CO chi esercita il potere politico in modo dispotico e autoritario
3. agg. CO , s.m. che, chi abusa della propria autorità per imporre agli altri la propria volontà: fare il tiranno con i propri dipendenti, in famiglia si comporta da tiranno, un padrone, un marito tiranno
4. agg. CO fig., di cosa che condiziona, limita la libertà di comportamento, a cui non si può resistere o a cui è impossibile opporsi: una passione tiranna
5. s.m. CO ciò che costituisce un limite o un condizionamento; cosa contro cui non ci si può opporre, che è più forte di noi: il tempo è il peggior tiranno
6. s.m. TS teatr. nelle antiche compagnie drammatiche italiane, attore tragico che sosteneva la parte dell’uomo maturo
7a. s.m. TS ornit.com. nome comune di varie specie della famiglia dei Tirannidi
7b. s.m. TS ornit. uccello del genere Tiranno o del sottordine dei Tiranni | con iniz. maiusc., genere della famiglia dei Tirannidi | pl. con iniz. maiusc., sottordine dell’ordine dei Passeriformi

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità