togliere

|glie|re
v.tr.
2ª metà XIII sec; lat. tŏllĕre propr. “sollevare”.


FO
1a. portar via, spostare, rimuovere: togli questi fogli dalla scrivania, bisogna togliere la pentola dal fuoco
1b. sfilare, levare un abito, una calzatura e sim.: togliere le scarpe, togli il maglione, ché fa caldo
1c. estrarre: devo togliere il dente del giudizio
1d. fig., cancellare, depennare: togli dalla lista chi non ha ancora pagato | abolire: hanno finalmente tolto il divieto
2a. rendere privo di qcs. di importante, di utile, di necessario: gli hanno tolto la patente per eccesso di velocità | con complemento oggetto astratto: togliere la fame, la sete, il sonno, le occupazioni mi tolgono la tranquillità, togliere le speranze a qcn.; togliere l’onore, la reputazione, disonorare, screditare | strappare, portare via qcn. con la forza, la violenza, l’inganno o, anche, ucciderlo: la guerra le tolse il marito
2b. privare di un lavoro, un compito e sim.: mi hanno tolto quell’incarico
3a. levar via una parte da un tutto: togliere acqua dal radiatore
3b. sottrarre: dal conto finale togli le spese che hai sostenuto
4. liberare da una situazione difficile o pericolosa: togliere qcn. dagli impicci
5a. OB LE prendere: il famigliare … tolse un gran fiasco (Boccaccio) | ricevere: Fiorenza dentro de la cerchia | ond’ella toglie ancora e terza e nona (Dante) | accogliere: il padre di lei ch’in casa il tolse (Ariosto)
5b. LE trarre, desumere, derivare: però che ne le corti anticamente le vertudi e li belli costumi s’usavano, sì come oggi s’usa lo contrario, si tolse quello vocabulo dalle corti (Dante) | estrarre da un’opera, spec. per citare: tu se’ solo colui da cu’ io tolsi | lo bello stilo che m’ha fatto onore (Dante)
6. LE esigere in pagamento, riscuotere: né Pier né li altri tolsero a Matia | oro od argento (Dante)
7. LE incominciare, intraprendere: ha tolto a considerare diligentemente le qualità e l’indole del nostro tempo (Leopardi)
8. LE innalzare, sollevare; anche fig.: era già stato Messer Gentile con somme lode tolto infino al cielo (Boccaccio)
9. OB LE impedire: non temer: ché ’l nostro passo | non ci può torre alcun (Dante) | CO ciò non toglie che, questo non impedisce, non vieta che

Polirematiche

togliere dai piedi
loc.v.
CO
togliere di mezzo, dalla circolazione: toglietemi dai piedi questo scatolone
togliere dal piedistallo
loc.v.
CO
fig., smettere di stimare qcn., privarlo della propria considerazione
togliere dalla, di testa
loc.v.
CO
far dimenticare, dissuadere: devo toglierle dalla testa l’idea di partire
togliere dalla circolazione
loc.v.
CO
1. di prodotto e sim., eliminare dal mercato
2. togliere di mezzo
togliere di mezzo
loc.v.
CO
portar via qcs. da un luogo in cui è d’ingombro: togliamo di mezzo questo scaffale; fare andare via, sottrarre dalla presenza di qcn.: toglietemi di mezzo quello scocciatore | gerg., uccidere, eliminare
togliere di torno
loc.v.
CO
togliere di mezzo
togliere il campo
loc.v.
BU
levare le tende
togliere il disturbo
loc.v.
CO
andarsene, accomiatarsi dopo una visita, spec. in formule di cortesia: grazie di tutto, tolgo il disturbo!
togliere il pane di bocca
loc.v.
CO
privare qcn. del necessario per vivere
togliere il respiro
loc.v.
CO
1. far rimanere attoniti per lo stupore, la meraviglia: un panorama da togliere il respiro
2. assillare qcn.
togliere il rispetto
loc.v.
CO
mancare di rispetto nei confronti di qcn.
togliere il saluto
loc.v.
CO
levare il saluto
togliere la maschera
loc.v.
CO
obbligare qcn. a rivelare la propria identità o la sua vera indole
togliere le castagne dal fuoco
loc.v.
CO
levare le castagne dal fuoco
togliere le parole di bocca
loc.v.
CO
levare le parole di bocca.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.