1torchio

tòr|chio
s.m.
1550; lat. tŏrcŭlu(m) “frantoio”, der. di torquēre “1torcere”.

CO
1. CO macchina capace di produrre una pressione progressiva su materiali posti fra due piani paralleli, uno fisso, l’altro mobile, il cui movimento è azionato, spec. a mano, da un meccanismo a vite: torchio per l’uva, per le olive, per l’industria casearia
2. TS tipogr. macchina da stampa, oggi usata solo in raffinate produzioni artigianali, consistente in un piano mobile e in un piano di pressione scorrevole verticalmente lungo una colonna a vite; pronto per i torchi, per essere stampato; appena uscito dai torchi, appena pubblicato; far lavorare, far gemere i torchi, stampare opere spec. di scarso valore; mandare sotto il torchio, pubblicare
3. TS fotogr. => torchietto

Polirematiche

sotto il torchio
loc.avv.
loc.agg.inv.
1. loc.avv., loc.agg.inv. TS tipogr. in stampa, in corso di
2. loc.agg.inv. CO di qcn., sottoposto a pressione, a sforzo, a un duro lavoro | sottoposto a un interrogatorio, a domande pressanti e serrate
torchio addominale
loc.s.m.
TS anat.
l'insieme dei muscoli dell'addome e del torace che servono a ridurre il volume della cavità addominale facilitando l'espulsione delle feci o, anche, il parto
torchio da stampa
loc.s.m.
TS tipogr.
=> 1torchio
torchio per legatoria
loc.s.m.
TS legat.
t. con cui si mantiene schiacciato un libro per eseguire l’indorsatura e procedere alle operazioni successive
torchio tipografico
loc.s.m.
CO
=> 1torchio.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.