1toro

|ro
s.m., s.m.inv.
av. 1313; lat. tauru(m), v. anche 1tauro; nell’accez. 4 cfr. ingl. bull.


AU
1. s.m., il maschio adulto dei bovini non castrato e perciò destinato alla riproduzione: toro da monta, da combattimento; essere forte come un toro, molto forte e robusto; sbuffare come un toro, di persona in collera
2. s.m., fig., uomo dotato di notevole forza e robustezza fisica, anche con allusione alla virilità: essere, sentirsi un toro
3. s.m.inv. TS astrol. spec. con iniz. maiusc., secondo segno dello zodiaco, che domina il periodo dal 21 aprile al 21 maggio: essere del T., nascere sotto il segno del T. | persona nata sotto tale segno: Michele è un toro; anche in funz. agg.inv.: ho molte amiche toro
4. s.m. TS fin. rialzo nel mercato azionario | => rialzista

Polirematiche

mercato toro
loc.s.m.
TS fin.
nel linguaggio borsistico e giornalistico, mercato caratterizzato da quotazioni al rialzo
prendere il toro per le corna
loc.v.
CO
affrontare una situazione con decisione
rana toro
loc.s.f.
TS zool.com.
r. rossa (Rana catesbyana) di grosse dimensioni, originaria dell’America settentrionale ma diffusasi di recente anche in Italia
tagliare la testa al toro
loc.v.
CO
troncare una questione complicata prendendo una decisione netta o, anche, drastica
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità