1torto

tòr|to
s.m.
av. 1294; dal lat. tardo tŏrtu(m) nt., da tortus propr. p.pass. di torquēre.

AU
1. azione contraria a ciò che è giusto o è legittimo: ricevere, subire un torto, fare un torto a qcn.; avere dei torti verso qcn., aver fatto qcs. di ingiusto a scapito di qcn.
2. condizione, stato contrari al giusto, al vero o al diritto: essere nel torto, dalla parte del torto; dare torto a qcn., non approvare ciò che qcn. fa o dice, respingere il suo giudizio
3. BU pretesa ingiusta

Polirematiche

a torto
loc.avv.
CO
ingiustamente, senza ragione: lamentarsi a torto, credi a torto che io non ti sopporti
avere torto
loc.v.
CO
sostenere cose ingiuste o errate o comportarsi in modo ingiusto o scorretto: ha ammesso di avere torto, hai torto a comportarti così
dare torto
loc.v.
CO
non approvare ciò che altri dice o fa: gli ho dato torto fin dal principio | respingere le pretese di qcn. in un giudizio: il tribunale gli ha dato torto
non avere tutti i torti
loc.v.
CO
avere ragione: non avere tutti i torti nel dire, nel fare qcs.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità