tortura

tor||ra
s.f.
1313-19 nell'accez. 2b; dal lat. tardo tortūra(m), v. anche 1torcere.

AD
1. OB il torcere, torcitura; punto in cui una cosa è torta o curvata
2a. AD complesso di forme di coercizione fisica o morale inflitte spec. a un imputato o al testimone di un processo, per indurlo a confessare o a deporre in modo attendibile, in uso dall’antichità all’Ottocento e oggi formalmente ripudiate da tutti gli Stati, ma ancora in uso illegalmente in molte parti del mondo: strumento di tortura, infliggere una tortura, dopo aver subito atroci torture, ha confessato
2b. CO estens., qualsiasi sevizia o atto di crudeltà fine a se stesso o inflitto per pura brutalità o per vendetta
3. CO estens., iperb., sofferenza, patimento fisico o morale: doverlo ascoltare tutte le mattine è una vera tortura!, un mal di denti che è una tortura
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.