trabocchetto

tra|boc|chét|to
s.m.
av. 1606 nell'accez. 1b; dal provenz. ant. trabuquet, fr. trébuchet, der. di trabucar “1traboccare”.

AD
1a. TS stor. negli edifici antichi, spec. nei castelli feudali, tratto di pavimento, cedevole o mobile a comando, gener. posto dinnanzi alle entrate, che dissimulava un vano sotterraneo in cui far precipitare chi vi passava sopra
1b. AD estens., insidia nascosta, tranello: cadere in un trabocchetto, tendere un trabocchetto a qcn., attirarlo in un’insidia
2. TS teatr. dispositivo usato per fare sparire o comparire rapidamente in scena un personaggio, costituito da un’armatura di legno con sopra una tavola, che viene sollevata o abbassata rispetto al piano del palcoscenico
3. TS miner. pozzetto verticale che collega due gallerie poste su livelli diversi, usato per trasportare spec. materiale di scavo

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità