tradimento

tra|di|mén|to
s.m.
1304-08; der. di tradire con -mento.


AU
1. il tradire; il venire meno alla fiducia di qcn., a un dovere, a un obbligo morale o a un impegno assunto: tradimento di un amico, del proprio re, tradimento della patria, commettere un tradimento, essere colpevole di tradimento | il venir meno alla fedeltà nei confronti del proprio marito o moglie, amante, ecc.: sono stufo dei suoi continui tradimenti
2. estens., deformazione intenzionale, travisamento: tradimento della verità
3. estens., il deludere un’aspettativa, una speranza o sim.: tradimento delle attese
4. estens., rivelazione inopportuna di qcs.: tradimento di un segreto

Polirematiche

a tradimento
loc.avv.
CO
1. con l’inganno: prendere una città a tradimento, uccidere, colpire qcn. a tradimento, senza che se lo aspetti, approfittando della sua fiducia
2. estens., inaspettatamente, all’improvviso: fare una domanda a t.
alto tradimento
loc.s.m.
TS dir.
reato compiuto dal Presidente della Repubblica o da un militare contro lo Stato
colpire a tradimento
loc.v.
CO
pugnalare alla schiena
mangiapane a tradimento
loc.s.m. e f.inv.
CO
persona oziosa che vive alle spalle degli altri; fannullone, parassita; anche come epiteto ingiurioso
mangiare il pane a tradimento
loc.v.
CO
farsi mantenere, vivere a spese altrui, non meritando la remunerazione che si percepisce
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità