traliccio

tra|lìc|cio
s.m.
1385; lat. *trilīcĭu(m), var. di trilix, -icis, propr. “formato da tre fili”, comp. di tres “tre” e licium “1filo”.


CO
1. tessuto rozzo e resistente di canapa, iuta o cotone, impiegato spec. per rivestire materassi, cuscini e sim.
2a. struttura di sostegno o di copertura usata spec. nei cantieri e costituita da profilati metallici collegati tra loro in modo reticolare
2b. alta incastellatura, costituita spec. da profilati d’acciaio, posta a sostegno di una linea elettrica aerea
3. estens., intelaiatura leggera, graticcio
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità