tranquillo

tran|quìl|lo
agg., avv., s.m.inv.
1313-19; dal lat. tranquĭllu(m).


FO
1a. agg., del mare, del vento e sim., che è in stato di quiete, di calma: il mare oggi è tranquillo
1b. agg., di luogo, silenzioso e scarsamente movimentato: un tranquillo paesino di montagna, una via molto tranquilla
1c. agg., di situazione, condizione e sim., caratterizzato da serenità, da assenza di ansie, preoccupazioni e sim.
2. agg., di qcn., che sta calmo, che non si agita, che non è inquieto, irato o turbato da preoccupazioni o affanni: se ne sta tranquillo in camera sua, stai tranquillo un attimo!, stiamo tranquilli perché siamo in buone mani, non sono tranquillo finché non ricevo sue notizie; anche con valore interiettivo: tranquillo, il lavoro verrà fatto in tempo! | anche in funz. avv.: vivere, lavorare tranquillo
3a. agg., placido, incline alla calma: un uomo tranquillo | di popolazione, non bellicoso
3b. agg., di animale, spec. da tiro o da sella, che non è bizzoso, che non espone a rischi chi lo monta o lo governa: è un cavallo tranquillo
3c. agg., di autoveicolo, facile da guidare e non molto veloce: una moto, un’auto tranquilla
4. agg. TS enol. di vino, non frizzante
5. avv. TS mus. come indicazione di movimento, da eseguirsi in modo calmo | s.m.inv., brano da eseguire secondo tale indicazione

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.