transfert

tràn|sfert
s.m.inv.
1927; dal fr. transfert, der. di transférer “trasferire”; nell’accez. 1a cfr. ted. Übertragung.


1a. TS psic. processo per cui un desiderio o un conflitto inconscio viene trasferito su una persona diversa da quella cui è originariamente legato | in psicoanalisi, la proiezione sull’analista delle pulsioni positive o negative che il paziente provava in precedenza per altre persone
1b. TS pedag. fenomeno di trasferimento per il quale l’apprendimento di nuove acquisizioni è favorito quando altre, strutturalmente analoghe, siano già state apprese; transfert positivo, negativo, a seconda che tale trasferimento comporti una facilitazione o un’inibizione retroattiva
2. TS dir. non com. => alienazione

Polirematiche

nevrosi di transfert
loc.s.f.inv.
TS psic.
n. caratterizzata da un meccanismo psicologico di conversione, per cui la reazione emotiva propria della manifestazione morbosa è convertita in un fenomeno di tipo organico o trasferita su oggetti o individui altri
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.