transigere

tran||ge|re
v.tr. e intr.
1781; dal lat. transĭgĕre propr. “spingere oltre”, comp. di trans- “oltre” e agĕre “spingere”, cfr. fr. transiger.


1. v.tr. TS dir., burocr. comporre una vertenza, una lite mediante reciproche concessioni
2a. v.intr. (avere) TS dir., burocr. pervenire a una transazione: le parti finiranno col transigere
2b. v.intr. (avere) CO essere arrendevole, scendere a patti: su certi principi non si può transigere, in fatto di disciplina non transige
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità