trapassare

tra|pas||re
v.tr. e intr.
av. 1294 nell'accez. 3; der. di passare con tra-.


CO
1a. v.tr., trafiggere: trapassare il nemico con la spada
1b. v.tr., passare da parte a parte: la pallottola gli trapassò una mano; anche fig.: la notizia gli aveva trapassato il cuore
2. v.tr. LE attraversare, valicare: e pronti sono a trapassar lo rio (Dante)
3. v.tr. LE trascorrere: canti, e così trapassi | dell’anno e di tua vita il più bel fiore (Leopardi)
4. v.tr. OB sorpassare, superare: di gran lunga trapassava la ricchezza di ogni altro ricchissimo cittadino (Boccaccio)
5. v.tr. OB LE tralasciare, trascurare: onde più cose ne la mente scritte | vo trapassando, e sol d’alcune parlo (Petrarca)
6. v.intr. (essere) CO eufem., morire: era trapassato il terzo giorno di Quaresima
7. v.intr. (essere) LE passare attraverso: come per acqua o per cristallo intero, | trapassa il raggio e no ’l divide o parte (Tasso)
8. v.intr. (essere) LE passare da un argomento all’altro, discorrendo: d’una cosa in altra … trapassando caddero in sul ragionare delle orazioni (Boccaccio)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità