trascinare

tra|sci||re
v.tr.
ca. 1325; prob. lat. traxīnāre, der. di taxic, perfetto di trahĕre “trarre”.


FO
1a. tirarsi dietro qcs. facendolo strisciare per terra: camminava trascinando la borsa
1b. portare con sé qcn. o qcs., spec. travolgendolo o coinvolgendolo in una caduta: il campanile crollando ha trascinato parte del tetto della chiesa
2a. condurre a forza: l’attentatore fu trascinato a furor di popolo in prigione
2b. estens., fig., forzare qcn. a compiere un’azione o ad andare in un luogo: mi hanno trascinato a vedere un film orrendo
2c. estens., di stato d’animo, d’impulso, ecc., pervadere, soggiogando totalmente: scusatemi, mi sono lasciato trascinare dall’ira
3. estens., portare a una situazione o a una condizione negativa: ha trascinato tutta la famiglia nel fallimento, non lasciarti trascinare in tanto squallore
4. estens., attrarre in modo irresistibile gli uditori, avvincerli, esaltarli: è un oratore che sa trascinare le folle
5. TS inform. spostare un elemento visualizzato sullo schermo di un personal computer mediante un apposito dispositivo, spec. il mouse

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.