trascorrere

tra|scór|re|re
v.tr. e intr.
1313-19 nell'accez. 2a; dal lat. transcŭrrĕre, v. anche correre.


1. v.tr. FO passare un periodo di tempo: trascorrere le vacanze al mare, trascorrere una piacevole serata, trascorrere molti anni all’estero
2a. v.tr. LE percorrere, attraversare: trascorso quasi in un subito l’intervallo che è tra le nuove e le antiche Indie (Leopardi)
2b. v.tr. LE fig., percorrere velocemente con lo sguardo; passare in rassegna mentalmente: già, s’i’ trascorro il ciel di cerchio in cerchio | nessun pianeta a pianger mi condanna (Petrarca)
3a. v.tr. OB trattare un argomento per sommi capi
3b. v.tr. OB tralasciare, omettere
4. v.intr. (essere) FO del tempo, passare: da allora sono trascorsi molti anni, le ore trascorrono lente
5a. v.intr. (essere) LE andare oltre, allontanarsi: io non so se più disse o s’ei si tacque | tant’era già di là da noi trascorso (Dante)
5b. v.intr. (essere) BU fig., passare da un pensiero a un altro: la mente trascorre di sogno in sogno
6. v.intr. (avere) BU fig., oltrepassare i limiti della giustizia, della convenienza o della morale
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità